Colli bolognesi, è questa la location scelta da Fabrizio e Anna per la loro nuova vita con figli.

Da un appartamento classico di pregio nel centro della città dove avevano vissuto fino a quel momento, hanno deciso un cambio netto, dando voce al desiderio di tutta la famiglia di abitare in modo diverso, scegliendo così una villa moderna in mezzo alla natura: relax, rompere la routine, sentire gli alberi come parte viva del panorama domestico.

L’ingresso defilato dalla pubblica via si apre in un contesto tranquillo, appartato, che crea un argine fra il mondo esterno e la vita più a misura del loro stile.

La struttura moderna della villa e la disposizione degli spazi interni ben si amalgamano con gli spazi esterni e la piscina all’aperto, con le terrazze che danno un ampio respiro e slancio verso i colli circostanti.

In questa atmosfera bucolica, risulta decisiva la scelta che hanno fatto di rendere questa casa un vero esempio di arredo contemporaneo fortemente integrato con l’ambiente circostante.

Apparenti contrasti che hanno saputo dialogare armoniosamente per un risultato efficace.

Proprio la continuità degli spazi, declinata fra alto e basso, esterno ed interno, è la parola d’ordine individuata al servizio della flessibilità, della libertà fluida dei volumi, in un deciso stile contemporaneo. Le ampie finestre a tutto vetro rappresentano il passaggio naturale fra questi due mondi.

Nel decidere il progetto di arredo con i nostri consulenti, Fabrizio e Anna hanno dato solo alcune indicazioni di base sull’atmosfera che volevano ricreare, partendo dalla scelta del bianco come solo colore delle pareti, che ben si prestava a rendere questo unico ambiente-casa caratterizzato da tre elementi fondamentali: spazio, luce, panorama.

Sono partiti da un concetto diverso di casa, spogliandola di funzioni superflue per riportarla, attraverso un percorso liberatorio, ad una dimensione a misura di sé: rinunciando a vecchi mobili e strutture, in cambio di linee essenziali, dell’uso di materiali e soluzioni high-tech, di vetro, di acciaio, di tessuti dalle texture innovative.

La zona condivisione famigliare con la convivialità degli ospiti, vede una separazione ariosa e solo apparentemente frammentata attraverso la libreria a ripiani che divide la cucina con il salotto, il soppalco con la zona studio, per un interscambio armonioso. La scelta dei divani angolari ha fatto ricadere la palette colori di questo ambiente sui toni del grigio: la struttura della cucina, il tavolo da pranzo trasformabile, il tappeto maxi formato, le poltroncine, esprimono al meglio la ricerca di unicità di stile, in un dialogo continuo con l’esterno.

La zona notte, rappresentata qui dalla camera da letto di Fabrizio e Anna, ha mantenuto i codici visivi del resto della villa, dando un’attenzione particolare alla funzionalità della cabina armadio, integrata con la stanza, ma discretamente a scomparsa grazie all’uso sapiente della porta scorrevole. La linea ergonomica della struttura letto, i comodini, le luci minimal, esprimono l’anima pulita e sobria di questi arredi dalla grande espressione moderna.

Scopri anche in questo articolo come una cucina a isola può adattarsi al tuo ambiente!