Questo è il progetto di una cucina dove quella che apparentemente poteva essere una difficoltà – il soffitto spiovente – si è trasformata in un’ispirazione: creare un ambiente che prende ispirazione dai materiali e dai colori della montagna per ottenere un risultato decisamente contemporaneo e metropolitano.

Il soffitto spiovente può essere un problema. In questa cucina è stato risolto con una pannellatura piena su misura, che segue l’inclinazione del tetto e che contiene al suo interno tutti gli spazi adibiti a dispensa e il frigo. La parete di fondo diventa quindi una scenografica boiserie in larice materico, che fa da fondale teatrale alla spettacolare cucina. In questa parete completamente uniforme spiccano le due ante trasparenti della vetrina bar, anche grazie all’illuminazione interna, misurata e garbata.

In questo modo l’isola centrale destinata alla zona lavoro e cottura diventa il centro d’attrazione della cucina. Le dimensioni importanti vengono minimizzate dal colore scuro laccato opaco, che oltretutto crea un elegante effetto ton sur ton con il pavimento in marmo grigio. Sopra l’isola, le lampade a sospensione creano un effetto di design H-24. Da spente accompagnano e sottolineano lo slancio verticale della pannellatura retrostante; da accese propagano una luce in stile occhio di bue, accentuando l’impronta teatrale dell’intero ambiente.

L’idea da copiare

Le tre luci a sospensione illuminano direttamente la zona lavoro dell’isola, permettendo di creare un’atmosfera rilassante nel resto della cucina.

Nel grande spazio aperto, il soggiorno che completa l’ambiente ha il colore verde foresta, coerente con il divano in velluto verdone e che insieme al legno della pannellatura crea un effetto elegantemente rilassante.

Colori naturali, materiali tecnologici, soluzioni inaspettate, progetto d’insieme. Ecco cosa succede quando gli Interior Designer La Casa Moderna si mettono all’opera.