Barbara e Paolo hanno portato in un angolo di Sicilia una moderna casa da collezione. Spazi domestici in cui vivere circondati dai propri sogni.

Le passioni sono le più forti energie del mondo. Lo sanno bene Barbara e Paolo che hanno ristrutturato la casa per interpretare appieno il loro grande amore per l’arte contemporanea.

Quello che in origine era un comune appartamento su due piani in una palazzina di trent’anni fa sulla costa siciliana è diventato, grazie alla ristrutturazione che ha previsto il quasi totale abbattimento del secondo livello, un’abitazione dal respiro ideale per interpretare il sogno di questa coppia.

I muri e gli arredi, quasi interamente bianchi, rispecchiano infatti lo stile di molte gallerie: luminosi spazi neutri fatti apposta per valorizzare le opere esposte.

Nella casa di Barbara e Paolo però i capolavori non sono soltanto i quadri di giovani artisti, ma anche i mobili che hanno scelto, soluzioni d’arredo che occupano gli spazi domestici con una potenza quasi scultorea.

Si pensi alle poltrone in acciaio tubolare e pelle, o al divanoisola con schienali e braccioli modulari e versatili che è funzionale sia alla zona TV sia come estensione informale della sala da pranzo; oppure proprio al tavolo da pranzo che emerge prepotentemente dal pavimento grazie alla base in acciaio verniciato, tra i pochi tocchi di colore che la casa concede.

Come si conviene ad un progetto ben riuscito, la compenetrazione tra estetica ed efficienza è totale: il mobile porta tv in grado di aprirsi a 90°, permette di direzionare lo schermo sia verso il grande divano che in favore del tavolo; la parete che separa senza chiudere la cucina dalla zona pranzo riesce ad essere ad un tempo supporto per un importante quadro astratto e appoggio per le concretissime colonne della cucina.

Il bianco esce anche dalle mura domestiche per occupare la terrazza rivolta verso il mare: uno spazio magico in cui i pasti all’aperto si intervallano a lievi momenti in cui prendere il sole, con il pensiero che si lascia calmare dal costante frinire delle cicale. Tra i dettagli colorati la parte predominante è quella del rosso, che spicca nella piccola zona ad uso ufficio posta al piano terreno, luogo dove Paolo, assicuratore marittimo sempre in movimento da un cantiere navale all’altro, sbriga le ultime incombenze lavorative prima di dedicarsi al relax familiare.

Che dire del piano superiore? La scala sospesa e il ballatoio, protetti da pannelli in vetro temperato, sono leggerissimi e impalpabili e danno accesso allo studio di Barbara e alla camera da letto. È ancora il bianco l’assoluto protagonista: per l’ufficio lei, che come traduttrice free-lance trascorre la maggior parte del tempo a casa, ha scelto una capiente e tecnica libreria total white; in camera da letto invece la concessione al rosso torna a farsi evidente nelle gole dell’armadio. Da non trascurare infine la scelta degli apparecchi illuminanti: leggeri lampadari a soffitto, luci a led inserite in tagli della controsoffittatura ed eleganti lampade da terra creano un contraltare equilibrato in cui si muove da protagonista assoluta la sospensione a elica, etereo elemento che sintetizza perfettamente design e funzionalità.

Scopri anche come arredare il tuo Outdoor in questo articolo!